NEWS & BLOG

COSTELLAZIONI FAMILIARI - La cura delle radici

La parola Destino è nota a tutti sia nel suo significato positivo che negativo. Eppure non tutti sanno quanto questo concetto possa influenzare la vita di ciascuno di noi. La parola “irretimento” è sicuramente meno nota ma, nelle costellazioni familiari, è quella che può dare un significato nuovo e possibilità di soluzione a tante prove dolorose che il Destino sembra imporci.


Cominciamo col dire che la vita di ognuno è condizionata, in misura variabile da caso a caso, da destini e sentimenti che non sono solo propri e personali, ma dovuti a influenze del sistema-famiglia. Tale sistema non comprende solo i membri in vita della famiglia di appartenenza, comprende anche, e potentemente, le storie e le memorie di familiari defunti e di antenati, anche oltre la settima generazione. Ciò che ci lega a genitori, fratelli, nonni, zii, non sono solo i vincoli di sangue e l’ereditarietà scritta nel DNA, siamo indissolubilmente uniti a tutti i componenti di quel sistema da una fitta rete di relazioni fatta di affetti, emozioni, sentimenti (non sempre positivi!) che contribuiscono a creare quel Destino che condiziona le nostre vite.


In ogni famiglia ci sono segreti, esclusioni, ripetizioni, eventi traumatici di cui, spesso, sappiamo poco o nulla, specie se riferiti a generazioni precedenti, ma che creano uno squilibrio nell’inconscio familiare, cioè in quel bagaglio emotivo ed energetico che dà direzione, spessore, senso alle nostre vite.


Bisogna considerare che esiste un ordine gerarchico-temporale che regola ciascun gruppo-famiglia. Questo ordine impone che vengano prima i genitori, non importa se vivi o morti o se buoni o cattivi; poi vengono i figli, (compresi i non nati o morti) dal maggiore al minore. Ogni azione, ogni giudizio, ogni comportamento negativo, crea squilibri più o meno importanti all’interno di quel sistema e, se non risolti, possono avere ripercussioni sulle generazioni successive.


Le costellazioni familiari aiutano a ricostruire la propria linea genealogica e prendere coscienza di eventuali traumi, ingiustizie, esclusioni, vissuti all’interno del sistema familiare, sociale e culturale. Tutte queste informazioni vengono trasmesse dagli antenati ai discendenti, insieme al compito di sanare le antiche ferite per riportare equilibrio nel sistema.


Gli elementi fondamentali per realizzare una costellazione sono tre:


il FACILITATORE che imposta la costellazione dopo opportuna consultazione col Cliente;


il CLIENTE che è colui che porta la problematica da esplorare e risolvere; tale domanda deve essere il più possibile chiara e rilevante; la presenza del cliente è importante (anche se non necessaria) perché è il suo campo morfogenetico, o inconscio individuale, che si collega all’inconscio di tutti i presenti che partecipano come Rappresentanti;


i RAPPRESENTANTI sono persone che partecipano alla costellazione richiesta dal Cliente e che, individuati dal Cliente stesso e/o dal Facilitatore, daranno vita alla costellazione “interpretando” i vari ruoli dei familiari ed eventualmente degli antenati del Cliente. I Rappresentanti agiranno in modo spontaneo esprimendo pensieri, stati d’animo, emozioni e creando interazioni fra loro; tutto questo darà indicazioni importanti al Facilitatore che individuerà le situazioni critiche e cercherà di portare ordine nel sistema.


Concretamente, la costellazione può evocare lo scenario di un sogno: il Cliente, guidato dal Facilitatore, sceglie tra i presenti i Rappresentanti dei propri familiari e li dispone nello spazio così come sente, poi si siede e osserva. A quel punto, dopo qualche minuto di stasi, i Rappresentanti cominciano ad entrare in connessione col campo morfico del Cliente (forse, per essere più chiari, potremmo dire che l’inconscio di tutte le persone presenti, entra in contatto con l’inconscio del Cliente) portando alla luce situazioni e vissuti emotivi di quel gruppo familiare; il facilitatore, osservando le dinamiche, individua i blocchi che costituiscono gli ‘irretimenti’ che condizionano la vita del Cliente e quindi il nucleo problematico del sistema.


Ciò che accade durante una costellazione familiare suscita emozioni forti e commozioni intense, a volte può apparire quasi magico, in realtà il tutto è spiegabile attraverso le teorie junghiane di inconscio collettivo, o le più recenti acquisizioni della fisica quantistica, quali la teoria dei campi informati e della risonanza.

SINGLE POST

BACK