NEWS & BLOG

RAFFORZARE L'AUTOSTIMA

La piramide dei bisogni mostra che una persona che ha una bassa autostima, difficilmente riuscirà a realizzarsi, perché con ogni probabilità spenderà molte energie per tentare di risolvere i problemi a quel livello, piuttosto che per riuscire a migliorare e svilupparsi.

La stima di sé è dunque il nucleo fondamentale dello sviluppo individuale. Essa include la consapevolezza e l’accettazione di sé, il contatto con la propria sfera emozionale e la capacità di esprimerla.

Alcuni problemi possono sorgere soprattutto in famiglie in cui l’autostima della coppia genitoriale è bassa: qui, in genere, la coppia si forma attraverso la segreta aspettativa di ciascuno dei due di ricevere la massima soddisfazione e gratificazione senza mettersi in gioco fino in fondo nella relazione, mentre la inevitabile delusione reciproca che segue viene letta da entrambi come mancanza d’amore.

Tuttavia, proprio perché nessuno dei due vuole “scoprirsi” troppo, i partner non riescono a comunicarsi aspettative, desideri e bisogni; perciò la comunicazione diviene sempre più indiretta e copre il conflitto nascosto fino a quando questo è del tutto consolidato.

L’insoddisfazione all’interno della coppia rinforza nei due partner sia il legame con le famiglie di origine, che i ruoli appresi nelle stesse, tanto che, se diventati genitori, essi possono inconsapevolmente utilizzare i propri figli per mantenere la propria autostima.

Così, senza volerlo, i figli divengono i “prolungamenti narcisistici” della coppia genitoriale, attraverso complessi processi di triangolazione (nei quali sono chiamati a parteggiare per uno dei genitori durante i loro conflitti) e genitorializzazione (il figlio assume ruoli e responsabilità non consone alla sua età e posizione nella famiglia), che li invischiano e contemporaneamente non producono rinforzi della loro autostima a causa della bassa autostima dei genitori.

Tutto ciò avviene in fasi precoci dello sviluppo e comporta vissuti di inadeguatezza da parte dei figli, che da adulti si troveranno a decidere se risolvere i loro problemi di autostima o perpetuare i medesimi circoli viziosi.

Dunque, per entrare in relazione con l’Altro in modo equilibrato, è vitale proteggere e sviluppare la propria autostima.

SINGLE POST

BACK