NEWS & BLOG

PERCORSI DI CRESCITA E SVILUPPO: L'INDIVIDUO

Ogni persona, maschio o femmina che sia, ha in sé parti intuitive e parti cognitive, emozioni e razionalità, capacità di sperimentare sensazioni profonde e di analizzare dati che la realtà ci offre.

Gli individui sani sono caratterizzati dalla capacità di integrare e di sviluppare le parti intuitive e le parti cognitive di sé, senza soffocare né le une che le altre, e sanno trarre da tale integrazione un senso di unicità che si traduce nella possibilità di esprimere la propria identità con l’altro.

In altre parole, “gli individui sani sanno di essere unici ed esprimono la propria identità attraverso l’integrazione delle varie parti di sé” (V. Satir).

Il fondamento per tutto ciò è dato da una buona valutazione di sé, ovvero da una buona stima di sé, che permette di mantenere un senso di identità costante nelle variazioni di ruolo, ovvero di avere un'identità indipendentemente dal ruolo ricoperto in un certo contesto.

Il Counselling Psicologico Individuale

La vita è una costante ricerca di equilibrio tra il bisogno di stabilità e continuità da un lato e l’urgenza del cambiamento e del rinnovamento dall’altro.

Infanzia, adolescenza, età adulta e vecchiaia sono le trasformazioni di stato più macroscopiche, ma ognuna di queste tappe è a sua volta composta da decine di eventi significativi (nascite e lutti, matrimoni e separazioni, carriere scolastiche e professionali, trasferimenti e ricomposizioni e tanti altri ancora), a loro volta composti da una moltitudine di microeventi quotidiani, così frequenti e ravvicinati da renderne spesso difficile la piena consapevolezza.

Il counselling psicologico è un intervento mirato ad affrontare e gestire un cambiamento improvviso o imprevisto, attraverso:

  • l’esame e la ridefinizione di situazioni complesse o poco chiare;

  • la valutazione delle opzioni disponibili e degli elementi utili a prendere una decisione;

  • la gestione creativa del conflitto e delle difficoltà relazionali;

  • le strategie per regolare e condurre processi di automiglioramento in campo professionale e personale

Un percorso individuale di counselling consente di lavorare su più livelli:

a) l’individuazione degli ostacoli interni (premesse e pregiudizi, correlati emozionali) ed esterni (comunicazione e relazione) che rendono faticoso il superamento di vecchi schemi e l’adattamento a situazioni nuove, inattese o indesiderate;

b) il riconoscimento delle risorse latenti o nascoste, e l’attivazione di risorse nuove o fino a quel momento sconosciute, utili a risolvere il problema o a superare le difficoltà;

c) l’incremento della consapevolezza di sé, dell’auto-determinazione e dell’auto-efficacia;

d) l’armonizzazione e l’integrazione tra i livelli del pensiero, dell’emozione e del comportamento.

La Psicoterapia Individuale

Curarsi, guarirsi e realizzare il proprio Sé, significa affrontare, comprendere e trasformare gli squilibri profondi che rallentano o impediscono il naturale movimento verso il proprio benessere, l’obiettivo innato al quale ciascun essere umano tende. Significa interrogare i propri sintomi, collegarli alla propria storia per restituire loro un senso, e trasformare la propria esperienza dolorosa in processo di evoluzione.

Operare in campo psicoterapeutico attraverso un approccio integrato implica la considerazione della persona nella sua interezza, senza operare arbitrarie segmentazioni tra mondo psichico, mondo relazionale e mondo emotivo. Per questo, un percorso di crescita multidimensionale implica, da parte dell’esperto, delicatezza, attenzione e completezza.

Si tratta di aiutare la persona sofferente nella ricerca del benessere, o del massimo agio possibile quando la convivenza con il sintomo è inevitabile. Si tratta di un viaggio mirato all’esplorazione di Sé e della relazione con l’Altro:

1) L’esplorazione e lo sviluppo della propria dotazione personale

Occorre favorire il raggiungimento del massimo grado di consapevolezza e autodeterminazione possibile per ciascuna persona, tenendo conto della sua storia, delle sue risorse e vincoli, dei suoi bisogni e desideri, e scegliendo i modi più consoni a facilitare la maturazione creativa del proprio Sé.

2) L’esplorazione e lo sviluppo della dimensione interpersonale

In questo senso è importante acquisire una visione di insieme del proprio mondo relazionale e della propria specifica e unica collocazione al suo interno. Chiarire e comprendere il proprio ruolo significa sperimentare l’integrazione tra il senso di appartenenza e il bisogno di autonomia da un lato, e tra la tendenza alla stabilità e l’urgenza del cambiamento dall’altro.

3) L’esplorazione e lo sviluppo della sfera emozionale

Essa si realizza attraverso un rispettoso ed attento accompagnamento verso l’identificazione e la conoscenza delle proprie forze emotive, attuato anche con esperienze corporee e non verbali, e mediante il linguaggio del sogno, del simbolo e dell’intuizione.

Sperimentare l’esplorazione e lo sviluppo dei tre piani – personale, relazionale, emozionale – favorisce il raggiungimento di un sentimento di unità e di integrazione che alimenta il senso di fiducia ed autoefficacia e sostiene i processi di autocura e autoguarigione.

SINGLE POST

BACK